MOROCCO AS YOU HAVE ALWAYS DREAMED OF
Background Image

Alla Bit con il nostro Marocco magico

Saremo alla Bit, anche quest’anno, e faremo base come sempre al padiglione del Marocco. Ci saremo per continuare a raccontare il nostro Marocco magico, tra mitologia e parchi eolici del futuro.

Un paese moderno, tranquillo e ospitale che offre paesaggi incredibili e storie affascinanti. Per darvene un’idea, ecco lo scatto di un maestro della fotografia, Steve McCurry.

Con i tour di Oro del deserto si possono raggiungere villaggi lontani dalle strade del turismo, lungo le piste dei carovanieri.

Il nostro catalogo aggiunge percorsi sempre nuovi, costruiti d’accordo con i clienti, sulla base delle loro preferenze e dei loro gusti. Ecco perché pur percorrendo in lungo e in largo il paese, non facciamo mai la stessa strada e scopriamo così luoghi incantati.

Oro del deserto tour ha ottenuto una candidatura per il Luxury Travel Guide Global Awards 2016

Oro del deserto tour ha ottenuto una candidatura per il Luxury Travel Guide Global Awards 2016

Il turismo in Marocco rappresenta il 7,5% del Pil con un fatturato generato di 5,3 miliardi di Euro e con oltre 500.000 posti di lavoro diretti. Con più di 10 milioni di turisti, secondo l’African Tourism Monitor il Marocco è risultato per il secondo anno consecutivo la prima destinazione d’Africa davanti all’Egitto e Sud Africa, e il tasso di soddisfazione dei turisti è risultato del 75%.

L’Italia rimane stabile come quinto mercato strategico con 260.000 arrivi nei primi dieci mesi del 2015 con una crescita del 4%. L’obiettivo, come chiarisce l’Ente, è di arrivare al 10%.
Meta quindi percepita come “sicura” dagli italiani, e “avvalorata sia dal Quai d’Orsay francese che dal Foreign Office britannico che hanno definito il Marocco come l’unico Paese sicuro del Nord d’Africa”.
Obiettivi strategici per questo 2016 sono la creazione e/o il potenziamento delle strutture che favoriscano un turismo ecosostenibile, in linea coi principi dettati da Parigi nella conferenza Onu Cop 21, di cui “nel 2016 Marrakech ospiterà la prossima edizione”. Poi, la volontà di mettere il viaggiatore maggiormente in contatto con le realtà rurali e genuine che non lascino da parte la cultura e le tradizioni. Infine, la valorizzazione dei suoi festival da un lato e delle sue strutture ricettive dall’altro, forti del fatto che “uno dei principali punti di forza del Marocco è l’accoglienza e la ricchezza di strutture alberghiere di ogni livello”.

Oro del Deserto

orodeldeserto@yahoo.com

No Comments

Post a Comment