MOROCCO AS YOU HAVE ALWAYS DREAMED OF
Background Image

TTG, il turismo riparte da Rimini

TTG2015, il taglio del nastroPronti, partenza via. Dopo il taglio del nastro, alla presenza delle autorità, l’edizione numero 52 di TTG incontri apre le porte della Fiera di Rimini. Sono attesi 60 mila operatori da tutto il mondo; il quartiere è completamente occupa da più di 1000 buyers provenienti da 85 paesi. C’è anche Orodeldeserto Tour con Nomade Experiences, allo stand del Marocco.

LE DICHIARAZIONI

Paolo Audino, direttore business unit Turismo Rimini Fiera, ha introdotto i relatori: “Questa è la più grande piazza d’affari in Italia per l’industria turistica, la quarta in Europa. Qui oltre 3000 imprese rappresentano il mercato nelle varie forme e chi ne è protagonista è presente, come espositore o visitatore, per cogliere tendenze e innovazione, oltre ai contenuti più avanzati al mondo”.

“Questi tre saloni – ha proseguito il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni – racchiudono la vera fonte dalla quale attingere energia per far ripartire la nostra economia. Di ciò sono fortemente convinto. E, vedendo questa straordinaria piazza degli affari, questo grande risultato commerciale, non posso che avere una visione culturale e di prospettiva positiva”.

Andrea Corsini, Assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna, ha aggiunto: “Oggi è una giornata importante per il turismo, si insedia infatti il nuovo cda dell’Enit e da questo, che è il più grande distretto Europeo del turismo, parte la più grande fiera del B2B. Ciò evidenzia ancora una volta la centralità  di Rimini e della Riviera Adriatica nel sistema economico del Paese. Questo grande distretto turistico e industriale dimostra che abbiamo imboccato la strada giusta e che da qui, da Rimini, da TTG può partire una nuova fase per il turismo”.

Andrea Gnassi, Sindaco di Rimini, ha sottolineato: “Siamo alla fine di una stagione turistica che ha offerto segnali positivi, ma siamo davanti ad un bivio. Il turismo sconta infatti ritardi, lentezze e ancora non è visto come una industria strategica del Paese. Serve un approccio strutturale, occorre cogliere i germi veri per la rinascita strutturale del turismo. Oggi il TTG è importante perché non propone solo riflessioni, ma è anche il luogo concreto delle azioni. E noi abbiamo bisogno di azioni. Il movimento è la cifra del contemporaneo”.

Francesca Barracciu, Sottosegretario di Stato dei Beni e delle Attività  Culturali e del Turismo, ha concluso: “Questo appuntamento rappresenta una grande opportunità  per l’Italia ed ha un ruolo sempre più importante in Europa. È quindi un dovere per il Governo essere qui e incontrare l’Italia che produce. Questo Governo ha rimesso al centro del sistema il turismo, investendo, riformando l’Enit, che sarà  sempre più il luogo di incontro fra Stato e Regioni e infine alle leggi. L’Italia ha tutto, mare, monti, arte, cultura, cibo e vino e ha interlocutori pubblici e privati che qui si incontrano per stringersi nuovamente la mano e lavorare sul futuro”.

I DATI DI FEDERALBERGHI

È stata un’estate in buona crescita quella appena trascorsa per il turismo italiano, con un +4% di presenze alberghiere, da giugno a settembre. Il dato è di Federalberghi, che oggi, a Rimini Fiera ha presentato il consuntivo sul turismo alberghiero nei primi nove mesi del 2015.

Da gennaio a settembre le presenze nelle strutture alberghiere italiane sono aumentate del 3,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Nel dettaglio, i pernottamenti degli italiani sono cresciuti nei primi nove mesi 2015 del 2,8% e quelli degli stranieri hanno registrato un incremento del 3,6%.

Oro del Deserto

orodeldeserto@yahoo.com

No Comments

Post a Comment